Articoli

La dieta della Terra fa bene alla salute e all’ambiente

I motivi per promuovere una dieta vegetariana sono di natura molto varia. Etici, ecologici e salutistici. Senza parlare del fatto che, negli ultimi anni, i medici ormai riconoscono i danni operati sull’organismo da un regime carnico. Non sarà un caso se i mistici di tutte le religioni, a partire dalle monache e dai monaci, cattolici e ortodossi, passando per i sufi dell’islam e i cabalisti dell’ebraismo, per non parlare degli indiani e degli orientali in generale, hanno scelto un regime vegetariano, e talvolta vegano. Una ‘dieta della Terra’ esiste. E fa bene alla salute oltre che al Pianeta. A dirlo è una ricerca delle Università di Oxford e del Minnesota che è stata pubblicata sulla rivista scientifica Pnas. Quasi tutti gli alimenti associati a migliori risultati in termini di salute (cereali integrali, frutta, verdura, legumi, noci e olio d’oliva) hanno gli impatti ambientali più bassi. Allo stesso modo, gli alimenti con i maggiori aumenti dei rischi di malattie (principalmente carni rosse come carne di maiale, manzo, montone e capra) sono costantemente associati ai maggiori impatti ambientali negativi. Le due notevoli eccezioni sono risultate il pesce, un alimento generalmente più sano e che però ha moderati impatti ambientali e le bevande zuccherate, che presentano rischi per la salute ma che hanno un basso impatto ambientale. “Gli alimenti che compongono la nostra dieta hanno un grande impatto sia su noi stessi che sul nostro ambiente. Questo studio dimostra che mangiare più sano significa anche mangiare in modo più sostenibile”, ha detto David Tilman, docente di ecologia dell’Università del Minnesota che ha condotto l’analisi. Rimanendo sempre nell’argomento legato all’alimentazione e salute, proprio ieri il report sugli stili di vita dell’Istat, parla da solo:in Italia è in eccesso di peso un minore su quattro. E’ la condizione che riguarda circa 2 milioni e 130 mila bambini e adolescenti. La gran parte di loro (2 milioni) non pratica sport né attività fisica. E se il 74,2% di bambini e ragazzi consuma frutta e/o verdura ogni giorno, solo il 12,6% arriva a 4 o più porzioni. Mentre ben un quarto dei bambini e degli adolescenti consuma quotidianamente dolci e bevande gassate. Se nel mondo sono oltre 340 milioni i bambini e gli adolescenti di 5-19 anni in eccesso di peso, nel panorama europeo l’Italia è tra i Paesi con i livelli più alti di obesità tra i bambini di 7-8 anni. Nei paesi dell’Ue, in media, è obeso quasi un bambino su otto tra i 7 e gli 8 anni. La maglia nera spetta a Cipro (20%), ma l’ Italia segue a ruota con la Spagna (18%), e precede Grecia e Malta (17%). Nel Belpaese sovrappeso e obesità sono più diffuse tra i maschi (27,8% contro 22,4%). E la fascia di età più critica è quella tra i 3 e i 10 anni (30,4%).

https://ilformat.info/2019/10/30/la-dieta-della-terra-fa-bene-alla-salute-e-allambiente/