Il termine yoga deriva dal sanscrito ‘yug’ che significa legare insieme, unire il corpo, la mente e lo spirito. Il Kundalini Yoga si differenzia per la sua completezza: si tratta di una disciplina che si basa su una sintesi equilibrata di tecniche prettamente fisiche, tecniche di controllo del respiro, uso di mantra (ripetizione di particolari fonemi in Gurmukhi), meditazioni e rilassamenti.

Con il Kundalini Yoga si lavora con il corpo, con l’anima e con la mente. La molteplicità e la varietà degli esercizi derivano da una conoscenza molto articolata, quasi scientifica, della psiche umana. Diversamente da quando accade in campo scientifico, non si considera tuttavia soltanto il corpo materiale, bensì anche i livelli più sottili della nostra esistenza.

Secondo il Kundalini Yoga l’essere umano è dotato di diversi strati di involucri energetici, o sottili che non trovano riscontro sul piano materiale. Abbiamo dunque a che fare con un sistema puramente idealistico, che considera la materia come una mera forma fenomenica o come un’incarnazione della causa prima spirituale sottostante. In altre parole questo significa che, al di là del mondo materiale, esiste un mondo spirituale, delle idee, dei pensieri e delle forme: questo mondo è la realtà vera e propria, il piano causale, l’unico che rende possibile l’esistenza del mondo materiale. Il Kundalini Yoga è un sentiero lento, sempre in salita, di trasformazione di sé e, proprio perché ha la pretesa di essere una via diretta ed effettiva verso la conoscenza del Sé e di Dio, richiede, più ancora di tutte le altre discipline yogiche, una dedizione totale.

E’ impossibile avere successo senza una stretta adesione alle regole per una disciplina nei confronti del mondo esterno e del mondo interiore, senza gli esercizi per il corpo e gli esercizi respiratori e senza dominare la meditazione. Attraverso il suono, i mantra, la respirazione e le posizioni il Kundalini Yoga mira a sviluppare il risveglio spirituale a partire dal percorso compiuto dalla Kundalini dal primo chakra che si trova alla base della colonna vertebrale fino a raggiungere il settimo chakra, che si trova sulla sommità del capo. Sono numerosi i benefici attribuiti alla pratica del Kundalini Yoga: rende più forti ed energici, migliora la respirazione, favorisce la digestione, incoraggia la forza di volontà, aiuta a superare le cattive abitudini, purifica il corpo e contribuisce all’eliminazione delle tossine, in particolare attraverso delle tecniche di purificazione chiamate Kriya, e grazie alla pratica delle posizioni rende il corpo più agile e flessibile.Infine, grazie agli esercizi di respirazione, di concentrazione e di meditazione il Kundalini Yoga aiuta a calmare la mente (quando il respiro è calmo anche la mente lo è, quando il respiro è agitato ciò influisce sulla mente – ciò vale per qualsiasi stile di Yoga) e ad aumentare la capacità di attenzione.