Umanologia

L’Umanologia è una importante componente del Kundalini Yoga, che dà indicazioni preziose per vivere una vita armoniosa e felice, a cominciare dalla comprensione profonda della propria natura di donna o di uomo e dai meccanismi che regolano la comunicazione, le relazioni interpersonali e la vita di coppia.

Yogi Bhajan è stato il padre dell’Umanologia, la scienza applicata e la psicologia della psiche umana per la realizzazione del potenziale umano nel corpo, nella mente e nello spirito.

Buona parte della vita sociale umana si svolge in un gioco infinito a partire dall’incontro di un uomo con una donna: mille situazioni, difficoltà, momenti magici, opportunità di apprendimento si susseguono e nascono da questo confronto tra maschile e femminile, inclusa la vita stessa sul nostro pianeta e il progredire della razza umana – con la sessualità, la maternità e la nascita. All’interno dello Yoga Kundalini abbiamo una parte dedicata a tutto questo che chiamiamo Umanologia. Il suo significato esatto nasce dalla parola Hu, che significa “raggio” o “radianza”, e Man che vuol dire “mente”; quindi “ Hu-man” diventa “la radianza della mente”. L’Umanologia è una scienza che fornisce linee guida specifiche per vivere una vita armoniosa con se stessi e con gli altri, in un intento di realizzazione del potenziale umano nella sua espressione totale: mente-corpo e spirito. L’Umanologia si applica alla vita concreta, con indicazioni su come riconoscere la propria identità di donna o di uomo, su come si entra in relazione e cosa accade, su come affrontare la sessualità, la maternità, la nascita (e quindi anche la morte) e ancora tanto altro. Lo yoga ci insegna che dentro ognuno di noi esiste un’anima, che è oltre le polarità.  Ogni qual volta ci incarniamo questo avviene nel corpo di una donna o di un uomo, da una semplice variabile come questa nasce una realtà concreta che Yogi Bhajan ha cercato di descrivere indicandoci le diversità di base che esistono tra i due sessi, in un intento di elevazione importante: “Il maschile e il femminile formano un’unione, e questa unione completa è la più grande forma di yoga” Yogi Bhajan. Molti dei conflitti che possono nascere nella relazione delle due polarità maschile e femminile, come ad esempio quella tra una madre e un figlio, ma anche tra amici di sesso diverso, arrivano dal non conoscere in profondità come funziona una donna o un uomo. Un aspetto ancora più interessante è che normalmente non conosciamo bene per primi noi stessi: se ci allontaniamo da chi siamo veramente in questa identità incarnata, può nascere solo caos, smarrimento, incomprensione e anche tanta sofferenza.